Isole, Ischia

Ischia e' un' isola dal fascino indiscutibile che richiama turisti da tutto il mondo; L'isola dall'eterna primavera che fa sognare poeti ed innamorati con il suo mare sempre blu,con le sue spiagge, le sue pinete, la sua natura rigogliosa, con il suo clima dolce, con i suoi limoni, con i suoi profumi.

ischia_forio

Forio:

Altro comune di collina che conserva originali caratteristiche rurali. L’ingresso in questo comune è segnato dall’antico acquedotto chiamato de”I Pilastri” (1470). Da segnalare la Torre dei Saraceni a Testaccio.; i mulini a vento di Montebarano; i portoni messi all’ingresso di alcune tenute di notabili del passato; le centinaia di cantine scavate nel tufo (per conservare i vini); le fosse della neve (per conservare il ghiaccio per l’estate). Le case a carusiello da cui trae origine la danza ‘U P’NTON. La pineta di Fiaiano da dove è possibile ammirare la cartolina del golfo di Napoli. La sorgente di Nitrodi , antica fonte conosciuta sin dai romani come rilevano alcune tavole custodite nel Museo di Capodimonte. Punti interessanti: La spiaggia dei Maronti, come il resto dell’isola, possiede moderni complessi alberghieri, ben attrezzati e con tutti i conforts. Sorgenti di Olmitello, parco termale Olympus. Escursioni ecologiche a Fiaiano (lussureggiante pineta); collina del Cretaio (chiesetta omonima del XVIII sec.); alle sorgenti di Buceto; alla collina dello Schiappone (chiesa Madonna di Montevergine sec. XVII); ai villaggi di Testaccio, Buonopane (antico ballo folkloristico della “Mascharata” e fonti di Nitrodi) e Piedimonte. Da vedere la piazzetta di Barano, che è il cuore di tutte le attività. Proprio lì vi sono due chiese: San Sebastiano e San Rocco. Su di un lato della piazza si scorgono i palazzi del 1700 1800. La chiesa di San Giovanni Battista una delle più antiche dell’isola (1400) con una tela risalente alla scuola del Caravaggio.

Serrara Fontana:

Il più alto comune dell’isola che maggiormente ha conservato l’architettura originaria ed il ritmo di vita legato alla secolare civiltà contadina. E’ bello girovagare tra queste fresche colline, boschi, vigneti e frutteti, i cellai scavati nella roccia tufacea, dove il tempo sembra essersi fermato; si possono riscoprire antiche tradizioni, suoni, sapori, sensazioni ed emozioni dimenticate. Punti interessanti Possiede in “comproprietà” con Barano la più grande spiaggia sabbiosa dell’isola, denominata “Maronti”, con le antiche terme romane di Cavascura e le sabbie calde. Conosciutissima escursione a dorso di mulo al Monte Epomeo, gigante mitologico e leggendario che domina l’isola e l’intero Golfo di Napoli: lo spettacolare panorama che solo da qui si gode è incomparabile per varietà e bellezza. Da visitare anche la chiesa e l’eremo di S. Nicola. Esiste un’elevata concentrazione di bellezze naturali lungo la costa di Serrara Fontana: Sant’Angelo, Cava Grado, i Maronti, le Fumarole, la Sorgente di Cavascura ed i bagni termali. La piazzetta di Serrara, da cui si gode un panorama bellissimo. Nella stessa piazzetta c’è la chiesa parrocchiale e l’ex palazzo municipale. Passeggiate ecologiche alla Falanga (abitazioni rupestri); i Frassitelli (si può incontrare l’ultimo pastore di Ischia col suo gregge di pecore); la “Pietra dell’Acqua”, i paesini rurali di Calimera, Fontana e Serrara.
ischia_santangelo

Sant’Angelo:

E’ una frazione del comune di Serrara Fontana, villaggio di pescatori con un fascino speciale ed un’atmosfera fiabesca. Chiuso al traffico automobilistico, è un borgo marinaro, perfettamente conservato. Aperto, di contro, con discrezione ed intelligenza ad un turismo internazionale che ne sa apprezzare la sua unicità. Giardini Termali di Apollon, Aphrodite e Tropical, con svariate piscine e vegetazione tropicale.
0 I like it
0 I don't like it

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.